razze canine riconosciute e non riconosciute E.N.C.I.

Razze canine riconosciute e non riconosciute E.N.C.I.

L’Italia è l’unica Nazione al mondo a possedere quattro Cani da Presa discendenti direttamente dal Cane Pugnax: il Cane Corso, il Dogo Sardesco, il Vucciriscu Siciliano e il Bucciriscu Calabrese. E quattro Mastini: il Mastino Abruzzese, il Mastino Sardo o Fonnese, il Mastino Siciliano o Cane di Mannera e il Mastino Calabrese o Pastore Silano.

Il Mastino etimologicamente è un cane da pecora, come appunto l’Abruzzese nostrano e verace.

Il compito primario del Mastino è quello di combattere il lupo, prevenendolo e scoraggiandolo a distanza con abbai, ma soprattutto quello di lottare con il lupo e uscirne vincitore. Talvolta, il Mastino, riesce ad avere la meglio sia a corpo a corpo, ma soprattutto la superiorità del cane si basa sulla superiorità numerica. Il termine “Mastino” è un termine antico ed è sempre appartenuto al cane da Pastore, considerato da sempre il cane della Masseria (che è l’insieme di pecore, casa, recinto e pascolo). Il termine “Mastino” è la forma abbreviata di “cane da Masseria di pecore”. I termini “Mastino” e “Masseria” hanno la stessa radice.

mastiniIl termine “Mastino” che da sempre nelle zone agro-pastorali d’Italia e del mondo, designava il tipo morfologico e funzionale rappresentato dal nostro cane Abruzzese, oggi indica un tipo di molossoide, come il Mastino Napoletano.

Ciò è errato. Poichè il Mastino Napoletano, prima che fosse ingrossato per motivi legati alle politiche dell’ E.N.C.I., altro non è che il nostro Cane Pugnax, il Cane Corso o Cane da Presa.

Tratto dal libro “Il Cane Pugnax o Cane Corso” di Flavio Bruno.

error: Copyright dott. Flavio Bruno